Il territorio

Il fascino della nostra struttura è legata anche alla vicinanza di paesaggi e località turistiche di grande interesse.
Il nostro territorio offre diverse opportunità di escursioni e di itinerari fra paesaggi suggestivi e pittoreschi, antichi ed affascinanti paesini dove storia, leggenda e tradizione si mescolano tra loro.
Abbiamo un magico entroterra con borghi medievali, castelli, chiese e palazzi rinascimentali, che custodiscono un patrimonio artistico straordinario.

Luoghi interessanti da visitare sono Fano, Gradara, Frasassi, Urbino, Corinaldo, San Leo e tantissime altre vicine al Portico.

Clicca sulle frecce per conoscerle.

Fano

La città di Fano (Fanum in latino) appare citata per la prima volta nel 'De Bello Civili', senza però indicazione alcuna sulle sue origini rimaste tuttora sconosciute. Resta il fatto che il territorio fanese ha restituito reperti preistorici e protostorici sufficienti a testimoniare la presenza di insediamenti preromani disseminati sia in pianura che lungo le pendici collinari di tutta la bassa valle metaurense.

 

Clicca quì per ulteriori informazioni

Pesaro

Pesaro si estende lungo una costa bassa e sabbiosa ed è stretta a nord e a sud da due rilievi che giungono sino al mare, il monte San Bartolo e il monte Ardizio. Il nome “Pesaro” deriva da “Pisaurus”, l’antico nome del fiume Foglia, alla cui foce è sorta poi la città.

 

Clicca quì per ulteriori informazioni

Gradara

La roccaforte di Gradara si erge su un colle (142 m sul livello del mare) al confine tra Marche e Romagna in posizione strategica e dominante. Dista 25 Km da Rimini, 13 da Pesaro, 3 dalla strada Adriatica.

 

Clicca quì per ulteriori informazioni

Urbino

Completamente immersa nelle colline con lo sfondo del Montefeltro, racchiusa da mura cinquecentesche, Urbino con le sue costruzioni a mattoncini, ha mantenuto un aspetto urbanistico omogeneo dal lontano '400, quando era uno dei centri culturali più prestigiosi del Rinascimento. Il suo monumento più bello è il Palazzo Ducale, simbolo stesso della città e testimone di una aristocratica vita di corte. Voluto da Federico da Montefeltro, fu iniziato attorno la metà del XV secolo, con l’ausilio dei migliori architetti del tempo tra cui Luciano Laurana e Francesco di Giorgio Martini. Il Duca Federico fu un grande condottiero e mecenate, intrecciò rapporti di alleanza con le potenti Signorie dell’epoca e ricevette varie onorificenze.

 

Clicca quì per ulteriori informazioni

San Leo

San Leo si erige su uno sperone di roccia con le pareti a strapiombo sulla valle del Marecchia. La sua splendida fortezza (sec.XV), opera di Francesco di Giorgio Martini, domina la valle dalla sommità della rupe inacessibile; di origini antichissime, la città dà il nome alla provincia del Montefeltro, essendo l'antica Mons Feretrius romana.

 

Clicca quì per ulteriori informazioni

Mondavio

a Rocca Roveresca di Mondavio  è tra le più tipiche e ben conservate fortificazioni militari progettate da Francesco di Giorgio Martini, responsabile e principale artefice del sistema architettonico difensivo del Ducato di Urbino sotto i Montefeltro. Venne edificata fra il 1482 ed il 1492 per volontà di Giovanni Della Rovere, signore di Senigallia, del Vicariato di Mondavio e genero di Federico da Montefeltro e duca di Urbino.

 

Clicca quì per ulteriori informazioni